COMUNICATO STAMPA

Ufficializzato il debutto di CASANOVA OPERA POP la nuova produzione di teatro musicale, da un progetto di Red Canzian in Prima Nazionale a VENEZIA, TEATRO MALIBRAN 21-22-23 GENNAIO 2022

Poi il tour di oltre 50 repliche nei teatri di tutta Italia, fra i quali il Teatro Arcimboldi di Milano, dal 10 al 20 febbraio.

Nell’attesa di annunciare tutte le date, aprire le vendite e svelare il cast composto da cantanti-attori e ballerini-acrobati,  in luglio il primo workshop per testare soluzioni di messa in scena dal concept innovativo.

Milano, 30 giugno 2021 – Mentre prosegue senza sosta il lavoro di progettazione e allestimento di “Casanova Opera Pop”, il nuovo spettacolo di teatro musicale annunciato già nei mesi scorsi dal suo creatore Red Canzian, diventa ufficiale la data di debutto in Prima Nazionale assoluta, il 21 gennaio 2022 al Teatro Malibran di Venezia, con repliche il 22 e il 23. Nei mesi a seguire “Casanova Opera Pop” viaggerà fra i teatri di tutta Italia, per un tour di oltre 50 date, che non mancherà di fare tappa a Milano, al Teatro Arcimboldi, dove sarà in scena dal 10 al 20 febbraio.

Per i 1600 anni di Venezia, Red Canzian compie un vero atto d’amore verso la città e verso uno dei suoi personaggi simbolo, Giacomo Casanova. Lo spettacolo prende spunto dal best seller di Matteo Strukul, “Casanova – La sonata dei cuori infranti”, romanzo di ambientazione storica tradotto in oltre 10 lingue, che ha acceso la scintilla nell’artista e lo ha ispirato a comporre oltre 2 ore di musica per 35 brani inediti, dei quali 29 cantati e 6 esclusivamente musicali. “Mi ha sempre affascinato la figura di Casanova – racconta Red – una personalità molto più complessa di quella del seduttore libertino impenitente raffigurato nell’iconografia comune, in realtà poeta, alchimista, libertario, diplomatico e “occhi” della Repubblica di Venezia ai tempi della Serenissima. Una figura chiave per la Venezia del ‘700, che nel romanzo di Strukul – e così nella mia Opera Pop – è raccontato negli anni fra i 30 e i 35, un periodo intenso della sua vita, che lo vede coinvolto in intrighi politici, incarcerato ai Piombi, agente segreto per la sua città e finalmente innamorato! Il suo cuore infatti batte non solo per la sua Venezia ma finalmente anche per Francesca, una giovane dell’aristocrazia cittadina, per la quale è disposto ad affrontare pericoli, sfide, duelli, prove di coraggio, fughe dal carcere e avventure incredibili. Nello spettacolo troverete tutto questo, insieme alla passione, all’amicizia e a tutte le emozioni che solo una città come Venezia può amplificare”.

La regia di “Casanova Opera Pop” è affidata a Emanuele Gamba, noto per aver diretto numerose messe in scena di prosa, lirica e teatro musicale, sia in Italia che all’estero, e le coreografie allo stile guerriero di Martina Nadalini e Roberto Carrozzino. Canzian non vuole lasciare nulla al caso: “Ho pensato a Casanova Opera Pop con lo sviluppo dell’opera all’Italiana, nella quale la storia e i personaggi prendono forma attraverso la musica e le parole delle canzoni, scritte da Miki Porru, con i dialoghi ridotti al minimo. Per rendere lo spirito epico delle composizioni, arrangiate magistralmente da Phil Mer, registreremo con un’Orchestra Sinfonica fusa con i suoni di una band rock vera e propria”.

Nell’attesa di poter annunciare tutte le date in programma, aprire le vendite e svelare il cast dei performer, selezionati fra attori-cantanti e ballerini-acrobati, attraverso una serie di audizioni che hanno visto oltre 1000 adesioni, è giunto il momento di predisporre un primo workshop durante il mese di luglio, rigorosamente a porte chiuse, per cominciare a immaginare l’effetto scenico di soluzioni che si preannunciano innovative da ogni punto di vista. Un allestimento importante, non solo per la ricchezza musicale, ma anche per costumi e scenografie che manterranno l’equilibrio fra l’ambientazione storica e una realizzazione spiccatamente moderna.

Nel team creativo, all’opera da mesi per mettere a punto lo show insieme a Red, infatti, figurano svariati professionisti che rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo: per le scenografie Massimo Checchetto direttore degli allestimenti scenici al Teatro La Fenice, per la realizzazione dei costumi, sui bozzetti della giovane stilista Desiree Costanzo, l’Atelier di Stefano Nicolao, dal 1980 attivo sulla scena internazionale in grandi produzioni cinematografiche, teatrali e operistiche, per le scarpe il Politecnico Calzaturiero del Brenta, centro di ricerca e produzione tecnologica e qualitativa all’avanguardia che promuove il Made in Italy nel mondo. A loro si affianca Gian Pietro Muraro, stilista di riferimento per alcuni dei marchi di moda italiana di maggior prestigio in ambito internazionale, specializzato nella creazione di costumi in maglia.

La squadra di collaboratori coinvolti nel progetto include Retropalco alla produzione esecutiva e le altre figure chiave sulle quali Red è solito fare affidamento, ovvero la figlia Chiara Canzian per vari aspetti artistici e la moglie Beatrix Niederwieser a supporto del settore organizzativo.

E se ancora non bastasse, “Casanova Opera Pop”, come del resto il suo protagonista e il suo autore, non mancherà di sorprenderci ancora ripetutamente, ben prima del debutto a Venezia. Per questo il consiglio è di tenere gli occhi – e il cuore – sempre aperti.

www.casanovaoperapop.it
facebook @casanovaoperapop
Instagram: casanova.operapop